CentOs 6.7 minimal su VirtualBox installazione Guest Addition

Server Tony Arcucci

Quando devo fare prove di applicazioni, invece che spendere soldi su OVH, uso Virtual Box per creare le macchine virtuali che mi interessano, diventa quindi essenziale che il sistema operativo che gira nella virtual machine comunichi e si integri con quello host, per fare ciò esistono i ‘Virtual Box Guest Addition’, adesso vi illustro come installarli su CentOs 6.7 da shell, ovvero quando non abbiamo l’interfaccia grafica a disposizione, ma solo quella a caratteri.

Operazioni preliminari

Prima cosa da fare è aggiornare il sistema operativo:

yum -y update

Configurare yum-priorities
yum install yum-plugin-priorities
Abilitare il plugin in /etc/yum/pluginconf.d/priorities.conf file
assicurati che le seguenti righe siano presenti:

[main]
enabled=1

installare Extra Packages for Enterprise Linux (EPEL)

yum install epel-release

Installare DKMS (Dynamic Kernel Module Support)

yum install dkms

Installazione

Installare quindi i Development tools
yum groupinstall "Development Tools"
yum install kernel-devel

Dal menu della finestra della virtual machine, selezionare Devices >  Install Guest Additions…

creare una cartella (sotto la home, io sono loggato come root)

mkdir /root/vtools

mountare i cdrom dei tools sotto la cartella appena creata

mount /dev/cdrom /root/vtools

andare sotto la cartella vtools ed eseguire

./VBoxLinuxAdditions.run
Se non avete errori, gli additions sono installati.

Legge la documentazione, non impiegherete molto, è tempo ben speso.

A presto.

4.5/5 (2)

Please rate this

Lascia un commento